Lo yacht a vela Aquijo un eccezionale lavoro di squadra.

Lo yacht Aquijo è la barca a vela a due alberi più grande del mondo o meglio dire il più grande ketch al mondo. Aquijo costruito nel 2016 è stato il risultato di un sorprendente lavoro di squadra a partire  dai progettisti dai due importanti cantieri navali olandesi, che si sono messi insieme per questo grande progetto, per finire con la Master Yacht Management società, che offre servizi di gestione e supervisione per le costruzioni di yacht per conto  dei proprietari.

Il proprietario  di questo mega yacht adesso è  il quarto  uomo più ricco della Norvegia con un patrimonio netto stimato di 2,6 miliardi di dollari, azionista di maggioranza dell’Aker Solutions e già noto agli appassionati per essere stato il proprietario di Aglaia venduta nel 2014.  Il proprietario richiedeva  un yacht da crociera con una grande autonomia per esplorare il mondo in sicurezza, comfort e velocità. Chiaramente queste caratteristiche hanno definito le linee guida dello sviluppo e costruzione del progetto e alla fine  un adeguato equilibrio tra sicurezza, comfort e prestazioni  hanno  determinato un’eccellente risultato e subito arrivarono i primi riconoscimenti di questo lavoro fatto infatti Aquijo fu  premiato al World Superyacht Awards 2017 per la migliore architettura navale.

Aquijo è lungo 85,9 metri e largo 14,48 metri è caratterizzato come ketch per la presenza di due  alberi in fibra di carbonio da 92 metri  ciascuno costruiti da Southern Spares, Azienda specializzata nella costruzione di alberi, bracci e sartiame, attualmente i più alti al mondo.

 

L’architettura e il design esterno portano la firma dell’importante Bill Tripp fondatore di Tripp Design Naval Architecture, dove lavora un team di architetti navali e ingegneri specializzati nella progettazione di yacht moderni che operano in totale sintonia con la filosofia del designer  fondatore ossia quello di creare yacht molto efficienti che sposino stile e comfort con velocità e sicurezza.  I lussuosi ed eleganti e confortevoli interni sono stati progettati da Dölker + Voges, e arredati attraverso ricerca di materiali che assicurassero i più alti standard di qualità.

Ma la vera novità  per questo yacht  è che due  dei più grandi nomi della cantieristica mondiale per la prima volta insieme hanno  collaborato e lavorato in stretto contatto  offrendo ognuno di loro tutta l’esperienza , conoscenza e capacità acquisita negli anni nella costruzione di yacht   per rendere questo progetto davvero unico  Chi sa se nel futuro si potrà ripetere un  nuovo  impegno collaborativo  di questa qualità  stiamo parlando dei due cantieri olandesi  di Vitters Shipyard e Oceanco.  Al vero questa collaborazione nasce anche per specifiche problematiche tecniche. Infatti  in primis era stato interpellato per la realizzazione del progetto solo  il cantiere Vitters Shipyard  per la sua competenza riconosciuta a livello mondiale per la costruzione di yacht a vela ad alte prestazioni, ma  non avendo  mai realizzato  uno yacht di grandi dimensioni, il più grande costruito si  fermava ai 60 metri , fu  richiesta  la collaborazione  ad un altro cantiere olandese   Oceanico  che vanta   una maggiore esperienza nella costruzione di yacht superiore agli 80 metri così è nata questa  unione tra i due cantieri per questo straordinario progetto.

 Aquijo ha una capacità di navigazione insuperabile, è un yacht con eccezionali prestazioni anche con venti deboli con il suo piano velico di oltre 5000 mq impiantato, per essere sicuro, affidabile e semplice da gestire e per questo sono stati progettati e sviluppati nuovi argani con una portata da 40 tonnellate.

Una   particolarità   di questo yacht è la presenza di un innovativo sistema di timoneria che è in grado di restituire al timoniere le sensazioni sulla ruota proprio come se fosse su una barca a vela più piccola   e la risposta dell’imbarcazione è   immediata nonostante le grandi dimensioni.  Un’altra innovazione è la presenza di un sistema di ancoraggio sottomarino ubicato nella parte più bassa dello scafo che offre prestazioni ed estetica migliorate. Il sistema con tanto di catena e ancora si trova in un gavone con apertura e chiusura automatica quando è chiuso lo sportello di chiusura, s’integra perfettamente allo scafo .

Pertanto Aquijo non è un yacht a motore travestito da veliero, è un yacht che naviga veramente a vela a differenza di tanti altri. Lo scafo in alluminio ha una sovrastruttura aerodinamicamente ottimizzata per attenuare al massimo i confini tra gli spazi sociali interni e le aree esterne del ponte.

Gli esterni hanno un   stile   pulito e minimale mentre   gli  interni  presentano ampi spazi abilmente ripartiti e  arredati con stile moderno.

“Il design degli interni è contemporaneo ed elegante, ma fresco e naturale”, afferma Robert Voges. “Linee chiare e logiche, materiali puri, semplicità e notevole attenzione ai dettagli.” Legno e acciaio inossidabile sono utilizzati liberamente all’interno di Aquijo, giocando un ruolo importante nel riflettere il carattere velico dello yacht, una specifica richiesta del proprietario.”

“L’acciaio inossidabile   è uno dei materiali più nobili”, afferma Voges. “L’utilizzo nel modo giusto consente un’interazione entusiasmante tra luce, riflessi e interior design, creando un’atmosfera sofisticata e moderna.”

Su esplicita richiesta   la   suite del proprietario   è stata ubicata separatamente   dalle altre cabine   sul   ponte superiore  lato poppiera   con una camera da letto rivolta verso il retro che offre viste mozzafiato   a 270 gradi con   una    porta scorrevole   che si apre su un ponte esterno privato attrezzato con   un bar, sala da pranzo e zona relax. Questa particolare suite con una vasta area personale sopra il ponte principale ha richiesto l’aggiunta di una piattaforma in più che normalmente non si trova   su una barca a vela.

È un posto fantastico dove svegliarsi, dice il proprietario dell’Aquijo . “Le barche a vela e una vista dall’interno normalmente non vanno insieme, ma quando tu elettricamente apri le grandi tende e le tende e ti trovi circondato da quel mare scintillante   assorbi la sensazione della libertà del mare. Anche dalle cabine degli ospiti, hai una splendida vista sul mare “, afferma.

 

Il salone principale e la sala da pranzo si trovano sul ponte principale mentre sul ponte inferiore si trova una vasca idromassaggio un bagno turco e sauna con accesso tramite una porta scorrevole a una piattaforma da nuoto.

Sul ponte inferiore si trovano anche   6 cabine   per   ospiti, ognuna con il proprio bagno privato. Seguendo la tendenza   presente anche  in alcuni yacht di lusso a motori  due cabine  possono essere collegate l’una all’altra per creare una grande suite con un soggiorno separato e una zona notte. Ovviamente   ci sono anche   gli alloggi per l’equipaggio per un massimo di 18 membri. Sottocoperta c’è spazio per parcheggiare macchine, tender e altro ancora.

In definitiva, AQuijo oltre   ad essere il ketch ad alte prestazioni il più grande del mondo è anche un confortevole yacht a vela di lusso niente da invidiare ai più moderni yacht di lusso a motori.  Un sorprendente   lavoro di squadra   ha  consentito di realizzare  una vera meraviglia del mare,  sicuramente un grosso merito va al proprietario che è riuscito a costruire questa squadra di lavoro e soprattutto a far collaborare per questo progetto   i due cantieri olandesi  di livello mondiale.

La missione di questa barca è esplorare il mondo in sicurezza, comfort e velocità”, afferma il proprietario. “Faremo rotta per alcuni posti lontani.” “Il mio sogno è di portarla in giro per il Sud America”, . “Le persone che circondano Capo Horn sono una razza speciale tra i marinai”.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web

8 + 1 =


WordPress spam blocked by CleanTalk.