LA BARCA A VELA EGOIST PER I NAVIGATORI SOLITARI

 

 

Così come proclamato per la prima volta ad agosto 2016, la prossima estate dovrebbe essere varato dopo appena 2 anni di lavoro il superyacht a vela Egoist del prolifico designer Philippe Briand, noto architetto navale francese che vive a Londra. Con Egoist, Philippe Briand, si rivolge a quella parte di velisti con esperienza e con grosse disponibilità economiche che in qualsiasi  momento della giornata decidono di staccare la spina per andare a navigare insieme alla propria compagna per vivere in perfetta solitudine le meraviglie del mare  senza però rinunciare al piacere del comfort di un maxi yacht di lusso. Il famoso designer in merito al progetto dichiara:

 “La bellezza del progetto è che è pensato per crociere brevi ed è confortevole al massimo per una coppia. E’ per questo che vi è compresa una sola grande suite all’interno dello scafo ed è possibile costruire Egoist in soli due anni”

Di solito un superyacht che sia a vela sia a motore non importa   necessità di un gran numero di membri di equipaggio per navigare.   Mentre Egoist è un’ imbarcazione di 30 metri, (100 piedi) costruita in fibra di carbonio con una sola grande cabina a prua dell’albero, rappresenta una vera e propria innovazione nel mondo delle barche a vela perché è stata studiata e progettata per navigare senza equipaggio in modo che solo il proprietario esperto velista in solitudine possa gestire la navigazione.

 Inoltre, nonostante il progetto sia di una barca da crociera, Egoist offre anche la possibilità di divertirsi gareggiando nelle competizioni veliche attraverso la collaborazione di un numero ristretto di esperti velisti come equipaggio.

Infatti, Egoist è facilmente convertibile in barca da regata a tre vele, ed è predisposto per alloggiare due membri dell’equipaggio attraverso una cabina doppia che si trova a poppa ma che potrebbe essere utilizzata diversamente nel caso in cui il proprietario scelga di navigare da solo. Gli interni sono spaziosi e assolutamente originali oltre alla cabina armatoriale a prua con bagno il progetto prevede  la realizzazione di un ampio salone con cucina annessa insieme alla cabina doppia a poppa.

Un’ altra particolarità di questo progetto è che l’armatore può decidere di lasciare l’impronta del proprio stile su ogni dettaglio degli interni. Egoist si deve modellare ai gusti personali del proprietario e di nessun altro. “Deve essere la barca che hanno sempre sognato di possedere e non i progetti o le esigenze di qualcun altro  deve soddisfare le esigenze del suo armatore” commenta Briand.

Esteticamente l’imbarcazione si presenta con le classiche linee filanti con una tuga aerodinamica una coperta pulitissima con un pozzetto centrale, il tutto realizzato in chiave moderna. Le caratteristiche di Briand e del suo team sono di progettare yacht e architettura navale utilizzando sempre nuove tecnologie, sia per barche a vela sia per yacht a motore. Per questo motivo negli anni Briand e il suo team hanno vinto numerosi premi internazionali di design e hanno collaborato con alcuni dei più stimati costruttori di yacht a vela del mondo.

Anche l’attrezzatura velica con solo tre vele, deve rispondere al puro piacere dell’armatore e resta liberamente personalizzabile. “Il pensiero alla base di questo progetto è di soddisfare le esigenze di un marinaio esperto con competenze ed esperienza da regatante” spiega Philippe Briand inoltre aggiunge “Il concetto di egoista è quello di diventare una fantasia autoindulgente da parte del proprietario”.

Non ci resta che aspettare il varo di questo nuovo daysailer e le relative prove in acqua che potrebbe rappresentare sicuramente un nuovo futuro per le barche a vela da crociera.

 

Caratteristiche tecniche:

Lunghezza: 30 m

Lunghezza al galleggiamento: 25,25 m

Larghezza: 5,5 m

Pescaggio: 4,0 m

Dislocamento: 50 t

Superficie velica bolina: 490 m2

Superficie velica poppa: 1010 m2

 

 

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web

7 + 4 =


WordPress spam blocked by CleanTalk.