LA BARCA A VELA NGONI LA BESTIA DEI MARI

Ngoni è una barca a vela di lusso di 58 m (circa 190 piedi) larga 9,5 m con un pescaggio di 8,1 m, con uno scafo slanciato in alluminio e una sovrastruttura in alluminio.

L’architettura navale è stata progettata dallo studio inglese Dubois Naval Architects del compianto Ed Dubois morto all’età di 63 anni nel marzo del 2016 circa un anno prima  del varo del Ngoni. Secondo il giornale britannico The Daily Telegraph, Ed Dubois è stato “uno dei più grandi designer di yacht del mondo”. Famoso è rimasto il suo seguente pensiero sulle progettazioni delle barche a vela: ” “Per me la priorità, e la maggior parte del tempo dedicato, è fare in modo che una barca sia prima di tutto bella da vedere. Il fatto che vada bene a vela viene subito dopo, è una conseguenza. Vale anche per le barche da regata “.

Pertanto Ngoni sicuramente sarà ricordato nella storia come l’ultimo yacht progettato dal famoso designer inglese. Gli interni sono stati progettati da Rich Baker e Paul Morgan, mentre gli arredi sono  firmati da Francis Sultana  La realizzazione di questo yacht di lusso  è stata eseguita presso l’eccellente  cantiere olandese della Royal Huisman. Questo cantiere è stato scelto direttamente dall’armatore velista di grande esperienza specialmente per regata d’altura.

Il progetto è stato presentato per la prima volta durante il Monaco Yacht Show 2014 ed ha seguito le linee guide dell’armatore. Dopo tre anni di lavori la barca è stata ultimata con grande soddisfazione di tutti in primis del proprietario.  “Costruisci una bestia. Non costruirmi un lupo travestito da pecora. Questa deve essere un’arma tagliente e innovativa, veloce e furiosa. Voglio mettermi al volante dopo una giornata di navigazione e sentirmi completamente stremato  dall’eccitazione della navigazione veloce “.

Questo fu il primo input che l’armatore raccomandò rivolgendosi al cantiere  navale scelto. A lavori ultimati possiamo dire che il Royal Huisman certamente non ha deluso le attese. Infatti, Ngoni noto anche come The Beast nome derivante dalla prima richiesta esplicita dell’armatore è una barca elegante ben realizzata dove è stato raggiunto un adeguato bilanciamento tra velocità, tenuta di mare e capacità di crociera a lungo raggio sollecitata dal proprietario.

Lo scafo è facile da guidare inoltre gli esterni sono stati costruiti attraverso diverse soluzioni innovative dal timone che il proprietario ha insistito sul fatto che doveva essere leggero ma stabile, pronto e registrabile. Royale Huisman si è rivolto  Edson International per costruire questo  timone personalizzato e alla fine è stato realizzato uno dei più avanzati sistemi di guida a doppio timone attualmente esistente   con una sensibilità unica nel controllo  e gestione  della barca. 

Inoltre la barca ha una chiglia di sollevamento e un piano velico il più efficiente che si potesse realizzare per questo tipo d’imbarcazione con un albero di 72 metri in carbonio e un sistema di argani a bobina azionati elettricamente a velocità variabile. In sala macchina è installato un motore che consente la navigazione senza vela con una velocità massima di 17 nodi. Parte degli esterni dello scafo è coperta da un’elegante sovrastruttura in alluminio con vetro stampato a doppia curvatura all’interno si sviluppa una zona living a dritta una stazione di navigazione in avanti.  Tramite una porta scorrevole in vetro poi si accede al salone. Tutta la sovrastruttura è circondata da vetro scorrevole azionato automaticamente per garantire l’ambiente confortevole in qualsiasi condizioni meteorologiche .

Gli esterni si completano per la presenza di una piattaforma da bagno pieghevole a poppa una piscina spa a prua e un ampio ponte in teak sotto il quale c’è posto per nascondere un gran tender, una gru, una piscina termale, un armadietto per le vele e un altro per i rifiuti raffreddati. 

Gli alloggi del proprietario e degli ospiti sono accessibili tramite una scala curva e seguono le linee guida del proprietario: “Non progettare interni tradizionali per yacht”. Sono costituiti da due cabine ospiti doppie con bagno privato.

 Una suite dei proprietari, a poppa, che comprende una cabina armatoriale a tutto baglio con mobili incorporati, un bagno enorme, un ampio studio con il proprio bagno e una palestra enorme con un ampio boccaporto nello scafo per fare entrare aria fresca e luce naturale. 

Sono presenti vicino alla sala macchina alloggi per un numero massimo di 9 membri di equipaggio. L’armatore di questa barca ha posseduto altri yacht a vela e partecipa attivamente alle regate. 

Ha vinto numerosi trofei in importanti regate tra cui la Cowes Week e in particolare ha vinto l’importante Commodores’Cup nel 2000. Nomina tutti i suoi yacht con un nome esotico Ngoni, si riferisce al popolo dell’Africa precisamente a un gruppo etnico che vive nei paesi dell’Africa meridionale del Malawi, Mozambico, Tanzania e Zambia e al  linguaggio singolare di questo popolo  così come deve essere il carattere unico di una  barca a vela.

 Il proprietario è diventato milionario nel settore energetico ex subacqueo delle piattaforme petrolifere è stato il fondatore di Heritage Oil, che poi ha venduto per 1,4 miliardi di dollari. È anche proprietario di Diamond Works, una compagnia mineraria canadese. Inoltre  in precedenza è stato anche un consulente di sicurezza per vari governi. Il suo patrimonio netto è stimato intorno ai 700 milioni di dollari.

Durante le fasi realizzative del progetto i responsabili compreso Ed Dubois, che purtroppo non ha potuto riscontrare attraverso le prove sul mare, i risultati di quella che è stata la sua ultima progettazione hanno rilasciato i seguenti commenti: 

Considerata la loro reputazione per eccellenza, Royal Huisman è stata la scelta del cantiere da parte del proprietario fin dall’inizio”, affermava Ed Dubois. “Questo è un design avvincente che non dà per scontato il connubio tra alte prestazioni, stile e comfort. È un design che segna un punto di svolta fresco e progressivo nella nostra storia lunga e di successo. Questo è un yacht, ispirato da un cliente che cerca la prossima  nuova cosa; un progetto onirico sia per designer sia per il cantiere”

Alice Huisman conferma:

“Un grande cliente, un grande team di progettazione e un grande progetto. Tutto su questo progetto ha il nostro nome su di esso: Royal Huisman è la soluzione perfetta per ogni aspetto del progetto e i requisiti per costruirlo. “

 aggiunge Ed Dubois:

“Voleva uno yacht da crociera ad alte prestazioni, da qualsiasi luogo, che non solo fosse straordinariamente diverso, ma che fosse anche magnificamente costruito e lussuosamente confortevole”.

 

La bestia è stata costruita così com’ era stata richiesta. 

Specifiche principali
Lunghezza sopra tutto: 58,15 m
Larghezza: 9,54 m
Tiraggio: 5,30 m – 8,10 m (Sollevamento chiglia)
Design esterno: Dubois Naval Architects
Naval Architecture Dubois Naval Architects
Interior Design: Rick Baker / Paul Morgan
Pezzi d’accento interni e finiture esotiche: Francis Sultana
Light Design: The Light Corporation
Velocità dello scafo (motori di base 17 nodi
Vela principale 853 m²
Lama: 687 m²
Codice Vela: 1097 m²
Stay Sail: 289 m²
Altezza albero / Pescaggio aria: 71,00 m / 75,00 m
Dislocamento: 353 t
Tonnage lordo: 396 gt

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web

3 + 8 =


WordPress spam blocked by CleanTalk.